Gina La Mantia, www.ginalamantia.ch, PS-Ticino

Gina La Mantia
Gina La Mantia, www.ginalamantia.ch, PS-Ticino
Gina La Mantia, www.ginalamantia.ch, PS-Ticino
Gina La Mantia, PARTITO SOCIALISTA, Siamo la vostra voce
Gina La Mantia, PARTITO SOCIALISTA, per tutti non per pochi


Gina La Mantia


ginalamantia.ch
gina@ginalamantia.ch

candidata no. 87
al Gran Consiglio
Lista no. 4
Facebook page: Gina La Mantia

... per una sanità di qualità, accessibile a tutti

I problemi si presentano a livello svizzero e sono conosciuti da tempo, ma le soluzioni non sono facili da trovare: i costi della sanità aumentano e i premi cassa malati esplodono a causa dell’inflazione tecnologica, dell’invecchiamento demografico, dei falsi incentivi e dei trattamenti costosi ma poco utili. Scarseggiano i medici di famiglia e il personale di cura, numerose strutture sanitarie sono in mano privata e c’è una mancanza di trasparenza.

La situazione non è diversa in Ticino, dove il 40% degli ospedali e delle cliniche sono di proprietà privata, una cifra record per la Svizzera. Nel 2015, il Cantone ha speso 184 milioni di franchi per gli ospedali pubblici e 125 milioni per le cliniche private. Inoltre, il Ticino è l’unico Cantone a non aver dato seguito all’articolo costituzionale federale 117a sulla medicina di base, pur essendo stato accettato dalla popolazione nel maggio del 2014 nella misura del 87,7 per cento.

Due iniziative popolari per correggere il tiro

Sono firmataria di due iniziative popolari, depositate nel mese di giugno del 2017.

L'iniziativa "per la qualità e la sicurezza delle cure ospedaliere" chiede che tutti gli ospedali e le cliniche che ricevono dei mandati e che quindi, conformemente alla LAMal, beneficiano di un finanziamento pubblico, vengano considerati "d'interesse pubblico" e sottomessi a dei criteri equi di qualità, sicurezza e appropriatezza delle cure. Devono garantire le condizioni di lavoro usuali del settore, la formazione del personale medico e infermieristico e rendere pubblici i loro conti. Per quanto riguarda il finanziamento, dal 2012 è stato introdotto l'equità di trattamento. Ora bisogna pretendere equità per quanto riguarda la qualità e la trasparenza!

L'altra iniziativa, "per cure mediche e ospedaliere di prossimità", tratta il tema delle cure mediche di base e di prossimità e chiede di rinforzare gli ospedali di valle (Faido e Acquarossa). Per dare a queste strutture un futuro solido devono poter giocare un ruolo importante nell'applicazione dell’articolo costituzionale sulla medicina di base: in collaborazione con i medici di famiglia e in rete con altri professionisti sanitari assicurano prestazioni mediche di qualità nelle regioni periferiche. Ma non è tutto: questi ospedali hanno il potenziale per diventare dei veri centri di competenza per la formazione dei medici e del personale di cura nell’ambito della geriatria, delle cure palliative e della riabilitazione.
Gina La Mantia, www.ginalamantia.ch, PS-Ticino